domenica 24 aprile 2005

costumi degradati?

Tempo fa mentre ero su un autobus di ritorno dall'università si misero a chiacchierare alcune ragazzine vicino a me in tutta tranquillità. niente di strano se non fosse che l'argomento era la loro prima volta con il loro "boy".senza entrare in particolari la discussione verteva sull'aver provato dolore o no. diciamo che ci sono rimasto come un baccalà.Non volevo assolutamente impicciarmi anzi me ne stavo pure a leggere e il loro chiacchiericcio mi dava fastidio ma ste tipe parlavano a voce alta fregandosene che stessi appena a un metro e mezzo da loro,pareva manco esistessi. la cosa che mi ha stupito di più è quando ho capito che avevano 13-14 anni:capisco che quando si è giovani si ha voglia di fare esperienza,capisco che "ai miei tempi "era diverso(intendo il senso del pudore.... c'era già chi lo faceva ma almeno aveva il gusto di non dirlo ai quattro venti), e provando su me stesso a fare il gioco del "se fossi...",nelle vesti del padre non ho avuto dubbi: sicuramente con figlie cosi avrei messo alla prova la mia abilità muratoria (avete presente la monaca di monza?).
Se questo mi lascia dubbioso sui costumi dei ragazzini ,il fatto delittuoso appena accaduto mi disgusta per la moralità di certi adulti(link alla notizia nel titolo).Non me ne vogliano quelli che si sposano o stanno insieme e hanno una grande differenza d'età ,i miei per esempio avevano oltre 20 anni di differenza, però trovo assurdo che una ragazzina di 16 anni stesse con uno di 26. Stiamo parlando di una giovanissima donna che sta abbandonando le bambole per scoprire la vita degli adulti (almeno certi aspetti) e mentre il suo corpo è in cambiamento "fa l'adulta" con un di 26 anni mentre sto tipo che dovrebbe essere arrivato alla maturità mentale (mi pare che si raggiunga sui 27 ,quindi io sono spacciato...) fa l'uomo con una ragazzina.Una volta ,manco secoli fa ,si facevano anche matrimoni di questo tipo ma erano combinati dai genitori,adesso invece una cosa simile è una libera scelta dettata dalla coscienza e dal buongusto. Agli amici cosa diceva? "come sta crescendo bene la mia donna!"? poteva benissimo essere sua sorella, inoltre era molto geloso e per gelosia possessiva ha fatto quello che ha fatto,prova pure che non era molto normale. Questo non è certo l'unico caso,anzi troppi ce ne sono stati e troppi ce ne saranno ,però non mi dispiacerebbe se le cose venissero "raddrizzate" un po'.ci vorrebbe un po' di etica in questo campo,anche se son sicuro che mi avrete preso per un bigotto dotato di paraocchi extralusso e manuale di puritanesimo con comodo segnalibro vi assicuro che non sono cosi ,però da cristiano (poco praticante) non posso ammettere cose simili.e se da una parte posso perdonare una bambina o un bambino (non dimentichiamo che ci sono anche casi di ragazzi maschi adescati da donne mature)perchè in fondo è appunto ancora ragazzino e quindi immaturo,non posso perdonare con altrettanta facilità una persona adulta anche perchè se non è pedofilia poco ci manca ,almeno ai miei occhi.
Quasi sicuramente il tipo sarà vittima di una giustizia ben peggiore di quella del tribunale o divina ,in quanto la legge etica non scritta dei carcerati ,almeno da quello che si dice in giro,non perdona queste cose.
Magari sarebbe da scrivere una bella letterina al papa per cercare di sensibilizzarlo su questo argomento che non è mica di secondaria importanza rispetto all'aborto o altri temi "scottanti".
cosa ne pensate?

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Hai tirato in ballo un bell'argomento!!!
Premettendo che chi commette queste oscenità ha dei problemi psicologici veramente profondi....persone malate sul serio. E' anke vero che qualsiasi persona può andare veramente fuori di testa...e oggi giorno è difficile potersi fidare anke dei più innocui vicini di casa.
La differenza di età, sinceramente, non la vedo un problema...mi preoccupa di più la vita di oggi giorno, le compagnie, genitori sempre + indaffarti da una vita x niente semplice. La società non è da meno: televisione che fa vedere la "vita" in maniera molto semplice, tutti stereotipati dallo zaino al top...rapporti facili...
No, non sei un bigotto...e io non sono una "buona praticante e credente", ma il tuo allarme è normale e molto comune!
Lascio questo commento come donna, chissà se matura o no, e come mamma molto preoccupata di un futuro senza più ideali e con troppi ignoranti. Mi reputo, comunque, una mamma giovane e l'unica "precauzione" che sto adottando, è il dialogo; parlare, parlare, anke di semplici cazzate..ed è veramente bello sentirsi dire: "Mamma, adesso basta, non rompere più".
p.s.: la letterina al Papa sarebbe inutile...è molto + semplice e trend parlare di altri problemi "più grandi e più di effetto"...Ah! la pubblicità...

Andrea ha detto...

grazie per il tuo contributo, televisione e adolescenza credo li tratterò prossimamente sperando di non essere noioso.
il " non rompere più!" quante volte l'ho detto e lo dico..... ehehhe!! non è che ne vado fiero però

catshunter ha detto...

.... "non rompere piu'!"..lo dico sempre anke io, ma adesso capisco che se detto nei parametri giusti, non è molto offensivo. E poi ai figli si "perdona" tutto.
Adesso..mi faccio conoscere!