martedì 24 maggio 2005

referendum

poco se ne parla e da quel poco sento quasi sempre e solo commenti politici: il politico X del partito Y voterà si/no/si asterrà/andrà al mare,in montagna,'ndo' glie pare (ma sempre a spese nostre),senza contare le ,a volte,spassose motivazioni che si danno al si e al no per il voto.il sottoscritto non ha intenzione di dire cosa ne pensa perchè non ne so' moltissimo e mi voglio informare bene ,inoltre non voglio in nessum modo condizionare i miei lettori (cavolo come mi suona strano!)senza contare che si rischia di scadere nella retorica pura di cui si sà ,uscirne fuori è difficile ( a tal proposito voglio fare anche un articolo su questo nel prossimo futuro).
intanto rinfreschiamoci le idee su cosa si vota:
-l'utilizzo di cellule staminali per uso terapeutico anche in italia
-il congelamento degli embrioni e limiti nell'uso per la fecondazione assistita
-i diritti umani sugli embrioni e quindi si è legati al referendum sulle staminali
-fecondazione eterologa ,cioè io ,lei e "l'altro"
fatta la lista vi rimando a google per cercare il referendum ,io ho trovato solo link sul si e voglio cercare di non essere di parte. una cosa di parte però voglio dirla: andate a votare! è importante!. non tanto per gli argomenti trattati che in fondo lo sono,ma è importante perchè vorrei ricordare che c'è anche chi vorrebbe abolire i referendum per legge e questo secondo me non è giusto. è uno strumento importante ,certo negli anni '80 con la storia del nucleare si è rivelato un'arma a doppio taglio e ora ne paghiamo le conseguenze (miei cari "no al nucleare",dove siete finiti? prima eravate in tanti e adesso invece? magari siete gli stessi che ora si lamentano dei distacchi programmati a macchia di leopardo) però è l'unico strumento che ha il cittadino per dare il proprio assenso/dissenso. questo lo dico perchè mi ha fatto imbufalire l'uscita di certi politici che l'hanno sparata dicendo :" dite no non andando a votare!" . ma che cavolo di discorso è? se uno vuole il no lo scrive,in fondo poi per mettere 4 croci su 4 fogli quanto ci vorrà mai? devi partire per la scampagnata? e che ci vuole parti e fai un attimo un salto al seggio ,5 minuti per fare il tuo dovere di cittadino (se bisogna parlare di diritti e doveri mi pare lecito anche questo) senza demonizzare chi non ci va' ma poi non vi lamentate se certe cose non cambiano mai.
fra l'altro voglio fare una osservazione ,ma se vince il si e ammettiamo che le staminali rendano inutili i farmaci poi quei "simpatici rappresentanti che la mattina dal medico allungano sempre la fila in maniera vergognosa perchè si imbucano, che faranno? e le stesse cause farmaceutiche? ti pare possibile che su un referendum che le tocca da vicino si stiano zitte? magari "parlano in altro modo e per bocca di "qualcun'altro" (devo citare gli "scandali" passati? ecco... ),inoltre mi è parso un po' strano il lato profondamente umano di certi scienziati.... bah.... sarà una impressione ,in fondo sono molto cinico.

6 commenti:

catshunter ha detto...

Sono pienamente daccordo con te!
Niente politica...il si e il no dovrà essre soggettivo, anche se essendo donna, potrei...
L'importante è andare a votare.
Mi raccomando....poi al mare o in montagna ci andiamo lo stesso.
Ci impegna poco, solo il tempo di trovare la tessera elettorale (io, puntualmente non la trovo mai alla prima)e andare al seggio!

Andrea ha detto...

ben detto cat! ;)

PTT ha detto...

La parte finale, quella sulle medicine, non mi è molto chiara... :)
Guarda che se anche trovassero il modo di combattere certe gravi malattie grazie alle staminali (embrionali o non), le medicine ci sarebbero sempre!! Nessuna casa farmaceutica andrebbe in rovina per questo..... ;)
Per il resto concordo e invito anch'io tutti quanti ad andare a votare!! Io trovo che il referendum sia una delle cose più utili che la legge consenta! Di certo molto più che votare un partito o un candidato che spesso non conosci...
Ciao!!

Andrea ha detto...

si,mi sono spiegato un po' male.
diciamo cosi: il costo di certi farmaci chemioterapici o cmq specializzati per certe malattie gravi "presumo" siano molto alti. sicuramente anche una cura staminale lo è ma credo anche che una volta messa a "produzione di massa" i costi crollerebbero senza contare che almeno da quello che promettono gli effetti sono garantiti.
inoltre tieni presente che già molti medici hanno detto che già solo lo studio del gene umano persona per persona permette l'abbattimento di costi e sperimentazione (che praticamente non esisterebbe più) perchè ti puoi fare le medicine su misura. adesso con la "scusa" delle spese di gestione produzione ecc ecc le case farmaceutiche trovano sempre un modo per aumentare i prezzi. almeno questa è l'idea che mi sono fatto.

PTT ha detto...

Non è solo un'idea.....

Basta pensare al fatto che una stessa identica medicina costa fino a 3 volte meno nei paesi confinanti all'Italia.... -__-

Andrea ha detto...

infatti,purtroppo questo referendum credo sia troppo viziato da interessi veniali.