sabato 6 agosto 2005

commemorazione di hiroshima

sessanta anni fa è cambiato il mondo:l'uomo ha utilizzato per la prima volta l'arma totale,quella in grado di "ripulire" la crosta terrestre ,di avvelenarla e annientarla. a me vedere foto di oggetti liquefatti fa impressione: vedi oggetti deformati in maniera assurda,vedi effetti che se non ci fossero le foto a testimoniarlo non li immagineresti mai e non sembra opera della scienza ,ma di qualche magia occulta ,ancestrale che nulla ha a che fare con il mondo conosciuto perchè troppo orribile l'idea che siano stati gli uomini a creare un tale strumento di massacro. e invece tutto ciò è reale e "scientifico". si vedono gli effetti di radiazioni che non vengono sprigionate in natura in quantità cosi massiccia e energie termiche che non appartengono a questo mondo fare disastri assurdi ,anche nel tempo. è questo che mi fa paura,è questo il mio incubo: vedere cosa ha creato l'uomo,una potenza che in natura si manifesta solo in rarissimi casi e solo nel momento della creazione. invece ora pochi essere umani sono in grado di creare il loro bel nocciolo termico in grado di sprigionare una energia pazzesca,in grado di liberare la vera energia della materia e di usarla,tanto per cambiare,per distruggere,e la scusa è sempre la solita,le costruiamo per difenderci.... ma difenderci da cosa? da noi stessi?
fra qualche giorno dovrebbe essere la commemorazione anche di nagasaki ,che se non sbaglio fu addirittura peggio come esplosione e adesso esistono testate ben più potenti di allora.
ultimamente si vedono molti documentari in cui intervistano i sopravvissuti di quei giorni e i racconti mi hanno fatto venire la nausea per il ribrezzo ,per lo schifo ,per i particolari raccapriccianti che hanno raccontato.
scusate per il post confuso ,ma credo lo lascerò cosi perchè son cose di getto che mi vengono dal dentro e credo che pensieri più sinceri e genuini in questo momento non ne posso esprimere.

3 commenti:

Numero 6 ha detto...

Non proprio.
Nagasaki non era una città piatta come Hiroshima, ma collinare, e l'esplosione ebbe effetti minori, se 30000 morti possono essere definiti "minori"

Paola ha detto...

Ciao Andrea, in attesa di partire per le desiderate ferie leggo il tuo post. Immaginavo una tua riflessione su questo anniversario. Non ho particolari commenti da fare, tutto ciò si commenta da solo....
Leggo con mia figlia la tua riflessione e mi sta chiedendo spiegazioni. Le spiego a grandi linee la storia. Sono brava a raccontarle cosa narrano i libri di ...ma alla domanda del perchè gli esseri umani sono capaci di tutto ciò, mi sono arresa! Non ho risposta neanche per me.
Mi chiedo quale futuro aspetta questa nuova generazione.
Ti sta scrivendo mia figlia sotto mia dettatura e ne approfitta per salutarti anche lei.

Andrea ha detto...

@ #6: già...

@Paola: benvenuta anche a tua figlia in questo mio angoletto! ^^
purtroppo ci sono tante cose che non capiamo ,penso che il modo migliore di reagire davanti a certe situazioni sia credere nei propri principi senza piegarsi alla irrazionalità e crudeltà. più che mai dico alla tua piccola di non ragionare mai con la testa altrui,magari lo capirà fra qualche anno ,ma adesso è importante che prenda confidenza con questa piccola grande verità :)