venerdì 27 gennaio 2006

droga ,forse la svolta?

ROMA (Reuters) - Con un unico voto l'aula del Senato ha votato la fiducia su un emendamento contro la droga e il decreto sulla sicurezza delle Olimpiadi di Torino che lo contiene.

I voti a favore del provvedimento, che equipara le droghe leggere a quelle pesanti, sono stati 148, i no sono stati 82. Ora il provvedimento passa alla Camera.

Le nuove norme, che componevano in origine un disegno di legge firmato dal vicepremier Gianfranco Fini, è stato inserito in un decreto, per essere varato prima della fine della legislatura.

Una tabella unica per le sostanze stupefacenti, infatti, non fa distinzione tra eroina, cocaina e cannabis.

Le norme prevedono il carcere da 6 a 20 anni per i reati di spaccio e traffico di qualunque tipo di sostanza, ma la possibilità per chi è condannato a pene inferiori ai 6 anni di usufruire di misure alternative al carcere, mentre per i consumatori sono previste sanzioni amministrative.

Tra le altre novità c'è l'equiparazione tra enti pubblici e associazioni private per il recupero dei tossicodipendenti e la certificazione dello stato di tossicodipendenza non è più riservata ai servizi pubblici.

Personalmente sono stufo di sentire gente che mi dice che non capisco un cazzo ,che sono ottuso perchè demonizzo la droga e condanno chi ne fa uso. Sono stufo di sentire stronzate come :" una canna non fa male ,non è come una sigaretta ,è più leggera,mentre l'alcool ti fa venire la cirrosi e non è vietato".

Senza contare quelli che in segno di sfida per zittirti ti vengono a dire:" e poi le canne sono a scopo terapeutico!" E allora ti viene da dirgli:" ah perchè tu hai un tumore che assumi droga come terapia?"

Non voglio soffermarmi sull'autolesionismo della gente perchè i masochisti in un modo o nell'altro sono sempre esistiti però se uno si vuol far male faccia pure ma che potenzialmente sia pericoloso per gli altri questo proprio non lo tollero. Sono dell'opinione che ognuno sceglie la sua strada ,se questa strada prevede una vita da manager o da fabbro oppure più semplicemente da mantenuto o da parassita della società (evito chi ha un ideale più "libero" di vita) posso ritenere che abbia scelto una strada che non mi piace ma DEVO rispettare la sua scelta anche se posso sempre fargli presente che dissento. Però nel momento uno guida sotto l'effetto di droghe o ha responsabilità importanti.... Allora no: bisogna porre un freno.

La droga FA male e questo è indiscutibile ,anche la rete è piena di link con spiegazioni più o meno complete sull'effetto di queste sostanze.

Il mio accanimento contro la droga non è da bacchettone come appare ,in fondo la droga mi fa paura perchè è l'antitesi di ciò in cui credo: la razionalità, l'intelligenza e la fantasia umana che scaturisce dall'equilibrio e dall'ambiente che circonda l'essere. Come posso pensare che faccia bene qualcosa che trasforma individui dotati di pensiero in "accrocchi " dalla faccia mezza stralunata e dal comportamento insolito?

E' vera una cosa ,non mi sono mai fatto di nulla ,il mio massimo è stata una ubriacatura una volta : l'alcool per fortuna su di me non ha effetti tremendi come in certe persone che cambiano dal giorno alla notte ,mi rende più allegro ,più chiacchierone di quanto già non sia (pare incredibile ma posso chiacchierare ancor di più) e perdo il senso dell'equilibrio ,insomma barcollo ,ecco perchè dico sempre che quando mi ubriaco faccio il triplo delle strada per andare in bagno visto che cammino a zig zag,però,ricordo tutto,non ho vuoti di memoria o altri effetti strani.
Una volta però mi sono ubriacato più del solito e oltre a questo stato si era aggiunto un effetto interessante: non riuscivo più a pensare a nulla! Niente di niente,era impressionante ,mi dicevo che era impossibile e più cercavo di pensare a qualcosa e più non ci riuscivo ,vedevo le cose davanti a me ma non mi suscitavano nessun pensiero ,nessuna associazione di idee,nulla ,il vuoto . Allora capii quale era il vero potere dell'alcool e perchè tanti si attaccano alla bottiglia. Da allora mi sono ripromesso di stare molto più attento e se questo lo fa il vino che tecnicamente non è proibito figuriamoci le sostanze che nascono per alterare le percezioni.

Insomma ,credo fortemente che le droghe sono solo una scappatoia alle proprie responsabilità, una via facile per avere dei sogni stroboscopici prefabbricati e fare i finti alternativi/libertini/aperti al mondo quando la vera libertà è essere se stessi e come ho detto in passato e mai mi stancherò di dirlo non è affatto scontato.

piccola correzione o meglio precisazione: non trovo giusto equiparare una canna al possesso di 95 kg di cocaina però trovo che almeno fino ad adesso le pene siano state lievi anche se secondo me questa legge è la solita cavolata che deve mettere paura e non farà cambiare nulla.

2 commenti:

Guinness ha detto...

Andrè ma davvero credi che chi fumi una canna possa essere equiparato a un cocainomane o eroinomane? O anche soltanto ad un alcolista? C'è una grande ipocrisia di fondo, che mira a girare altrove la faccia, senza risolvere il problema. La repressione non dà effetti, ma solo conseguenze (gravi e ingiustificabili!)Ciao ;-DDD

Andrea ha detto...

come ho scritto alla fine in rosso sono d'accordo con te.
i recenti sequestri di droga non dimostrano che le forze dell'ordine hanno aumentato la qualità delle intercettazioni ma è stata invece aumentata la quantità dello smercio(tutto secondo me).
Ribadisco: trovo che una legge servera ,entro certi limiti ,vada fatta visto che fino ad adesso c'era gente che aveva la faccia di bronzo di dire che il kilo di droga che si portava appresso era per uso personale.
Per il resto c'è pure da dire ,come ribadisci te, che alla fine è la solita legge fatta per mettere paura e che non verrà fatta applicare (come quella sulla pirateria e tante altre ancora)