sabato 25 febbraio 2006

il lato oscuro chiama....




fortuna che non c'ho 'na lira,anzi ,un euro!
però è veramente bella. Molto spesso ho riflettuto sul farmi o no una moto quando tempi e condizioni economiche saranno migliori ma si è trasformato in un dilemma mica da ridere!
Se da una parte la moto ha più cavalli dall'altra lo scooter ha una impostazione totalmente differente. Per farla corta reputo che chi fa un paragone tra moto e scooter fa un errore di valutazione grosso come una casa (non parliamo poi degli "illuminati" ,che meriterebbero un articolo a parte).
Ci ho pensato sopra e sono praticamente sconfinato nel filosofico : in comune hanno solo le due ruote ,e anche seduta ,pesi,distribuzione e impostazioni sono peculiarità proprie delle categorie a cui appartengono. Una volta si diceva che gli scooter erano pericolosi,meglio la moto ,più stabilità ,più divertimento e.... più cavalli... e si.. alla fine gira e rigira il motociclista classico sempre lì va' puntare il dito.... eppure io con i miei 18 CV alla ruota i miei bravi 125 km/h puliti li faccio (e ho un mono 250).
Quando porto una amica dietro non si lamenta che il culo grida vendetta ( frequento ragazze che non hanno studiato alla cattolica come potete dedurre :P ) anzi ,dicono che stanno comode.
Le mie brave 6 bottiglie d'acqua da 2 l cadauna più spesa ,un po' a fatica ma nel retroscudo entrano. Se non guido in maniera sportiva posso fare anche 400 km senza sentire molta fatica e anche i consumi non sono per niente male.
Una moto a parte scattare con il motore che urla o farmi andare a 180 all'ora cosa può darmi in più nella quotidianità? A parte gonfiare il mio ego cosa mi da praticamente?
La vogliamo mettere sulla passione? Ok ,allora resettiamo tutto quello che ho detto e il discorso cambia e al cuore non si comanda. Uno non compra per avere un ritorno economico quando la rivenderà ,non compra perchè è comodo e pratico ,quando compra per passione spegne il cervello e ascolta solo i sentimenti che dicono :"sarai mia ,solo mia !" e anzi non lo dicono ma te lo urlano in testa e se qualcuno ti dice qualcosa manco ci fai caso. Non c'è nessuna ragione nei sentimenti.
Ecco come ho scelto Spooty,nessuna ragione ,ero andato a vedere uno skipper della piaggio,prezzo di listino 2400 euro e quello mi fa vedere il beverly. Rosso per giunta che è pure brutto. Pareva enorme la prima volta ,e da allora non ho capito più nulla.... esisteva solo lui. I seguenti 4 mesi a cercare l'offerta migliore e a documentarmi. Fanculo il prezzo ,1300 euro in più ma sti cazzi! Al cuore si comanda? Che domande!
Adesso basta,tanto tra pochi mesi ci sarà il posto commemorativo!

8 commenti:

Andrea ha detto...

magari quelle fidanzate te le ammollo volentieri

Numero 6 ha detto...

Magari qualcuna delle tue amiche su un Burgman si trova meglio ancora.

Paolopaoli ha detto...

Io non so nulla di moto. :-(

Andrea ha detto...

male!
;)

Anonimo ha detto...

Bella moto, non c'è che dire. Anche la formica è tentata dal lato oscuro, qualcosa tipo Fazer, che stia tra stradq e turismo, non troppo alta e pesante (e questo per scelta obbligata da madre natura).
serpe

Guinness ha detto...

Su un argomento hai ragione: che al cuore non si comanda. Eppure il mio cuore mi ha sempre fatto mettere gli scooter in primo piano perchè ora come ora ho due esigenze primarie: 1)andare comodo anche in 2 senza portarmi dietro caschi e cose varie 2)spendere poco di manutenzione e benzina.
(Parlando della Piaggio sperare di spendere poco in tagliandi è un'utopia ma io ho risolto facendomi fregare "solo" 70 euro ogni 12k km per il cambio della cinghia, il resto faccio da me.)
Sognando mi piacerebbe proprio avere una di quelle turistiche mangiakm (e quasi allo stesso prezzo della GSR, opterei per una moto più comoda) Per questo penso proprio che il mio prossimo due ruote sarà ancora uno scooter (giapponese però...). Se però dovessi fare 6 al Superenalotto...
;-DDD

Guinness ha detto...

PS: secondo me hai già deciso, quindi non ce la menare più con 'sti sofismi inutili e fatti 'sta GSR (un giro alla guida me lo concederai?) ;-DDD

Andrea ha detto...

beh, infatti è per questo che dicevo che ero arrivato al punto di filosofeggiarci sopra ,in fondo lasciare lo scooter è una scelta affatto indolore!Troppi sono i vantaggi e bisogna metterli sul piatto della bilancia!

Il gsr ti dirò: mi piace come ho già detto ma so' pure che per quanto riguarda i costi è tutta un'altra storia. Vedo con molto interesse anche il beverly 500 ma quando dico "vedo" non intendo come fanno certi che dicono :"chissà... magari un giorno..." e poi dopo due giorni si presentano col mezzo nuovo fiammante . Non sono il tipo,se dico "penso " intendo veramente quello , per quelle cifre i colpi di testa sono totalmente banditi.
Per il discorso tagliandi trovo il mio meccanico "abbastanza onesto" nel senso che mi pare si prenda sui 30 euro l'ora che è il prezzo normale per la manodopera ( e il lavoro ce lo mette). ecco perchè non ritengo al momento economicamente rilevante passare agli autotagliandi,almeno finchè c'è la garanzia. Tra quello che dovrei spendere tra libretto di officina e attrezzatura ,senza contare il tempo ,ci andrei a rimettere e il gioco non vale la candela (al momento).

@Serpe: da una recensione che ho letto pare che il gsr sia la moto con l'altezza della sella più bassa della categoria,non è che la voglio vendere ,anzi ,essendo un progetto abbastanza nuovo magari avrà i suoi bei difettucci.

Sabato sono andato a un quartiere famoso di Roma a mangiare una pizza,ho visto la kawasaki ER6-N nera ,bella moto e dal vero rende molto più che in foto ,anche se vista però è un parolone ,c'era un bel gruppetto di ragazzi che se la stava squadrando e non mi andava di sgomitare per vederla meglio.