sabato 25 marzo 2006

giornata curiosa?

lasciamo da parte alcune cose un po' private che non mi va' di sbadierare ,però quello che mi è accaduto prima di pranzo merita una nota "secola bloggorum":
vado a correre e già non mi va' : sarà che sento la primavera e mi aspetto il sole spaccapietre e l'aria calda e invece fa freschetto e le nuvole sono minacciose ,sarà che è tardi ed è sabato ma decido e di forzarmi e vado convinto a farmi la mia solita ora e venti di corsa standard. Inizio a correre e già ho il fiato corto (evviva) trovo il ritmo ,il vento è meno fastidioso di quello che pensavo ,solito giro al parco d'aguzzano ,l'unica cosa veramente bella del mio caotico e grigio quartiere e.... trovo una cornacchia morta per strada.... vabbè..... mi verrebbe l'idea di chiamare i caramba ,tanto oggi i giornalisti sono in sciopero (almeno quelli televisivi) magari non ci montano il caso della possibile aviaria ,però non ho il cell e non mi va' di andare a scocciare la gente col cane per spiegargli la situazione e poi le cornacchie non sono animali migratori e non sono neanche immortali ,è la vita vivono e muoiono,e una ha deciso di farlo lì(anche se obbiettivamente ste cornacchie so' grosse come galline).
dopo 40 e passa minuti dall'inizio dell'esercizio fisico meditabondo come sempre mi imbatto in un "ramoscello strisciante" che a vederlo bene tanto "ello non era" ,a momenti lo pesto ,riesco a scansare il piede e con un sentimento misto tra l'emozionato da stupito e da impaurito vedo il sepente, che a occhio sarà un 50 -60 cm ,più spaventato di me battere in ritirata da dove era venuto: era quasi riuscito ad attraversare il sentiero dove stavo passando,magari stava proprio puntando la cornacchia morta a un centinaio di metri da lì ,gli animali la morte la sentono ,in passato l'ho visto e ci sono rimasto. L'emozione è stata forte ,non credo di aver corso pericoli anche perchè le vipere sono più piccole e non credo abbiano quel colore (da quello che ricordo per averlo visto pochi secondi questo serpente era di un bel verde militare sull'opaco con puntini gialli e marroni ,almeno mi pareva cosi,per farla breve pareva un color ramo con il muschio asciutto). Per sicurezza al ritorno lo dico ad una signora che raccoglie la cicoria li vicino ,fosse mai... (tra l'altro pare che anche venditori ambulanti la raccolgano lì per rivenderla ,nulla di male se non fosse la latrina a cielo aperto dei quariteri del circondario...).
Mentre facevo ritorno a casa ,sempre al parco assisto a un "simpatico scambio di vedute" tra un uomo e una donna a occhio e croce classe 1930 ... e menomale che l'età porta consiglio.... dopo al supermercato mi sono reso partecipe e unico spettatore di una scenetta cosi ridicola che se fosse capitata da sola in altra occasione mi avrebbe fatto ridere di cuore e invece mi ha solo confermato ancor di più che non è giornata ,ma chissà ,magari sono io che non riesco a vedere il lato sdrammatizzato della situazione.... ad ogni modo c'è solo una cosa che mi lascia in apprensione:
la mezzanotte è ancora lontana....

4 commenti:

Massimiliano ha detto...

Leggendo questo post, mi è venuta in mente una sola cosa: al tuo posto, me ne sarei tornato a casa e messo a letto.
:-) :-)

Giulio GMDB© ha detto...

A me invece è sembrato di leggere un giallo a cui hanno tolto l'ultima pagina, quella con il colpevole ;-)) E poi con l'aggiunta del post di domenica mi hai fatto diventare ancora più curioso ;-))
Sapremo mai di cosa stavi parlando?

Andrea ha detto...

forse lo scriverò ;)

anche oggi è da spettacolo!
:D

Andrea ha detto...

@giulio: all'ultima pagina si sa che c'è scritto che l'assassino è il maggiordomo! :PPPPPP

;)