martedì 27 febbraio 2007

legge della fortuna (o della sfiga)

Avete sicuramente sentito da qualche parte che "nulla si crea ,nulla si distrugge tutto si trasforma".
Frase fatta che da bambino manco mi chiedevo che significato avesse al pari delle prime due strofe della "vispa Teresa" e della canzone "per fare un albero" di Lauzi. L'accettavo per quello che era ,poi crescendo e facendo mente locale ,ma più semplicemente anche perchè è alla base implicitamente della scienza ho capito che il riferimento più semplice è all'energia. Infatti l'energia non può essere distrutta come non può essere creata ,può solo cambiare stato ,forma o tipo ma sempre quella è.
Lo stesso è la fortuna: non si cancella nè si crea ,passa solo di stato esattamente come la sua nemesi :la sfiga che altro non è che la fortuna col segno meno davanti.
Perchè dico questo? Semplice riflessione indotta dal ritrovamento di euri 20 per strada giovedì scorso. fortuna mia che li ho trovati ,sfortuna di chi li ha persi: nulla si crea nulla si distrugge....

Anche se...nel caso mio vale il postulato: la legge del contrappasso: lì sconterò con fattore di amplificazione tre.... e vabbè....

4 commenti:

Paolopaoli ha detto...

ah ah ah
conviene perderli prima

PTT ha detto...

Quindi spenderai 60 euro?? ?__?
Cmq buon per te! Io trovo solo monetine (e raramente)...

Andrea ha detto...

paolo:già fatto l'anno scorso : persi 50 euro

ptt: no ,li perderò...

Giulio GMDB© ha detto...

Bisogna essere positivi, è la prima regola per attirare la fortuna. Io mi preoccuperei solo se il colpo di fortuna fosse veramente eccezionale :-D