sabato 29 marzo 2008

vizi italiani

nell'epoca del compro tutto da internet ,del bonifico e trasferimento fondi telematico ,di paypal e di tutto quello che ve pare; mi sono appena sciroppato una bella fila anni '90 vecchio stile per pagare la rata dell'università. Anzi che la filiale della banca di roma vicino casa mia è una delle poche aperte e ho trovato una simpatica ragazza (sposata) con cui scambiare due chiacchiere per ammazzare il tempo ,altrimenti due file (una per entrare e una alle casse) di un ora e mezza totali le avrei mal tollerate. Inoltre quando sono uscito la fila era pure raddoppiata (e pochi non eravamo neanche all'inizio)e stavano già litigando sul mezzo piede avanti e indietro vicino all'entrata.

3 commenti:

Evylyn ha detto...

Invece curiosamente io stamattina non sono riuscita a pagare le tasse universitarie on line!:-)

turyddu ha detto...

pensate anche a me le tasse non sono ancora arrivate... aspettavo a loro...

Andrea ha detto...

Evylyn: cioè? di solito le paghi on line?

turyddu:già... in passato mi sono arrivate anche a 5 giorni dalla scadenza, spesso ho pensato che lo facessero apposta per caricarci sopra la penale. infatti una cosa scritta ma che ho sempre trovato odiosa è" non siamo responsabili di eventuali ritardi". insomma se noi paghiamo in ritardo e soprattutto spostano la scadenza per pagare la rata a quando gli pare è colpo nostra... ps: benvenuto ! :)