domenica 6 settembre 2009

pandemie mentali

Oramai la si associa automaticamente alla spagnola che non è quella ragazza sensuale e formosa che si vede al mare e su cui si fantastica ma la tristemente famosa influenza che fece una vera e propria strage quasi 100 anni fa. Naturalmente nessuno dice mai che in quel periodo manco esistevano i sulfamidici e solo pochi anni dopo Flemming scoprì cosa fare di certe muffe.

Allora più che di infezioni catastrofiste e fine del mondo si pensa inevitabilmente a una strategia del terrore votata non a creare panico ma a farci fessi. Pensate al politico di turno che potrà dire che ci ha salvati tutti spendendo milioni di euro (nostri) per farci vaccinare. All'allerta creata in tutti i presidi ospedalieri al minimo starnuto da aria condizionata (come se i medici del pronto soccorso,quelli seri,già non hanno a che fare con gli ipocondriaci). Tutto perché chi comanda,ufficialmente, a noi ci tiene. E l'italiano che si sa è sempre riconoscente, ipocondriaco e anche un po' egoistello (per gli interessi propri) per natura potrà non ricompensare chi ha tanto tenuto alla nostra incolumità?

Pensiamo pure alle industrie farmaceutiche che cercano di rincoglionirci di antibiotici anche solo per una pacca sulla spalla troppo forte.

Questa famosa influenza suina al momento è famosa e secondo me merita attenzione per un solo motivo: ha fatto il salto dal maiale all'uomo e per una volta calderoli non c'entra nulla.
Questo virus sembra pure meno pericoloso della influenza tradizionale che ne uccide eccome di persone ma essendo trasmessa da uomo a uomo non fa notizia (anche quando è calderoli ad attaccartela),mentre quella suina si. Insomma a far mente locale a me sembra solo un caso di banale razzismo nei confronti dei maiali;un motivo in più per farne prosciutti e salsicce.

4 commenti:

ptt ha detto...

Hahaha bellissimo questo post! ;-)

Condivido l'ingiustificato allarmismo atto solo ad arricchire le case farmaceutiche e a far fare bella figura ai politici... anche se a forza di spargere panico un po' di apprensione mi sta venendo...

spino ha detto...

Secondo me hai sbagliato maiale di governo :D

Giulio GMDB© ha detto...

Peccato che tutta questa stronzata non sia solo italiana ma ben diffusa pure all'estero. D'altronde le grandi multinazionali farmaceutiche devono fare affari un po' dappertutto...
Coglioni siamo noi che ci facciamo condizionare dalla radio/TV/giornali manco fossero i moderni oracoli :-(

Andrea ha detto...

ptt,giulio: pure vero che le notizie da qualche parte le dobbiamo sentire ,se questi ci dicono che ci aspetta morte e distruzione non dico che ci dobbiamo credere ciecamente ma alla fine si finisce per dargli retta.
come insegna welles :quarto potere...