venerdì 8 aprile 2005

quando vidi il papa

Chi mi conosce sa che non ho simpatie per la chiesa. Ero molto credente da bambino e vissi la comunione come una esperienza quasi mistica ,mi piaque tantissimo e poi crescendo mi resi conto che le cose erano molto diverse da ciò che ti volevano far credere. troppe incongruenze troppe strade "comode" e cosi mi allontanai sempre più.
Oramai solo i matrimoni dei miei amici mi portano in chiesa oppure l'interesse culturale per le opere d'arte che di solito contengono.
Cmq un po' di anni fa camminando per via nazionale vicino a piazza Venezia ,in un tardo pomeriggio di fine dicembre con poca gente in giro e le strade praticamente deserte,mentre passeggiavo ti vedo un paio di moto della polizia o carabinieri ,non ricordo, che scortavano una macchina bizzarra: una sorta di pick up tutto a vetri con dentro un uomo mezzo curvo,seduto che con un sorriso benevolo e con gli occhi che pareva anch'essi sorridessero, salutava tutti. era il papa di ritorno da una celebrazione poco distante. Rimasi come un cretino,neanche lo salutai tanto era la sorpresa e pensare che IO che mai mi sarei piegato ad andare al vaticano per vederlo ,IO trapiantato a roma da una vita mai avevo sentito la necessità di andare in piazza vaticana a sentire le sue omelie anche perchè oramai avevo scisso dio dalla chiesa.
Ebbene quell'uomo che per pochi istanti era a 10 metri da me,mi aveva trasmesso qualcosa,qualcosa che non vedevi in televisione anche quando lo inquadravano da vicino ,qualcosa che ho sentito solo di persona: era la sua forza di volontà. Nonostante l'età e oramai i suoi acciacchi sempre maggiori non era la faccia di un uomo schiacciato e schiavo del dolore. Questo mi ha impressionato,ecco perchè da allora mi sono sentito un po' più vicino a questo papa che girava tanto il mondo. forse anche perchè aveva capito che è importante esserci per far capire che si è vicini ,oltre che con lo spirito anche col corpo.
Oggi è il giorno del suo funerale. non sono andato a "rendere omaggio" come moltissimi hanno fatto. Credo ci andrò quando le acque si saranno calmate e si potrà stare almeno un minuto in raccoglimento serio e soprattutto sincero. non voglio disquisire sul comportamento o sul perchè tanta gente sia andata lì facendosi molte ore di viaggio per giungere a roma e spesso anche di più solo per guardarlo un istante. Oggi non è il giorno delle polemiche,non voglio,almeno qui.

2 commenti:

Cavallaudo ha detto...

E passato tempo, ora polemizza.

ma ci sei stato poi a pregare ai piedi del papa? e gli puzzavano?

Andrea ha detto...

ma va' a cagà cava!!!
e non mi dire tu quando devo essere polemico! :P
lo so' fare benissimo da solo!!!