martedì 12 dicembre 2006

I nibelunghi: La storia in soldoni

La storia tratta di Sigfrido ,prode cavaliere nibelungo che si innamora di Crimilde ,principessa dei Burgundi. Oddio ,si innamora è una parola un po' forte ,infatti a Sigfrido viene narrata la sua incredibile bellezza e grazia e lui risponde a chi gli menziona tali virtù con :" già l'amo!" . 'Sto tizio era persino peggio di me e direi che il metodo è precursore delle moderne agenzie matrimoniali.
Ad ogni modo tale metodo di agire verrà poi ripreso dal re Attila qui dipinto come potente sovrano ,anzi potentissimo ,che entrerà in scena più tardi.
Torniamo al nostro prode cavaliere: incontra Crimilde e si innamora ,dopo il corteggiamento piuttosto impacciato ,quasi imbranato mi verrebbe da dire ,il fratello della sua futura sposa,Gunther, promette a Sigfrido la sorella con un patto che segnerà il resto della storia: Esiste una donna ,regina fortissima (regina d'Islanda) e imbattibile dalla bellezza abacinante che capitolerà solo al prode che la vincerà a delle prove che lei fa affrontare a chi osa sfidarla.
Tali prove sono un duello con l'asta e il lanciare un sasso il più lontano possibile per poi corrergli dietro e riprenderlo al volo. Sportivamente ,chi perde muore,chi vince sposa la regina.
Sigfrido per amore di Crimilde decide di aiutare il fratello e usando un cappuccio che gli dona invisibilità e forza decuplicata aiuta il re Gunther standogli vicino durante le prove;quest'ultimo vince le prove e con sommo disappunto Brunilde (simbolo di tutte le donne difficili del mondo) capitola.
La prima notte di nozze è da raccontare ,infatti alla novella sposa gli rodeva assai e decide di impacchettare letteralmente appendendolo al muro il novello sposo. 'Sto tizio non trova di meglio che farsi aiutare da Sigfrido che oramai calatosi nelle parti di real ruffiano sempre col solito cappuccio nel buio della stanza da letto inizia una lotta furiosa con Brunilde (particolare: questa tipa non era una donna normale , la famosa asta usata per le prove che lei scagliava con tanta forza veniva portata da non meno di 5 uomini robusti e il famoso sasso della seconda prova non era da meno visto che servivano 15 uomini per porgerlo alla regina e lei poi si permetteva di lanciarlo con tanta disinvoltura) riesce ad avere la meglio sopraffacendola e lasciandola alla mercè di Gunther.
Sigfrido purtroppo commette un errore fatale: prende a Brunilde come trofeo una cintura bellissima e un piccolo anello che donerà a Crimilde sua futura moglie.
Dopo questa avventura inizia la storia d'amore di Sigfrido e Crimilde che si amano e mai ci fu coppia più bella ,in fondo lei gnocca da paura con tutte le virtù ,lui più bello di Ricky Martin all'apice del successo (ed era pure cavaliere ,mica pizza e fichi!) vengono invitati da Gunther e signora che dopo esser stata amata dal suo re è diventata donna forte quanto ogni altra donna poteva essere fisicamente (altrimenti misa che dovevano cambiare un baldacchino al giorno ) e una mattina mentre le due regine andavano a messa iniziano a litigare per futili motivi finchè mossa da orgoglio Crimilde non decide di dirgli come andò veramente la notte che fu messa a mal partito e come prova gli fece vedere cintura ed anello arraffati dal suo sposo. Per dirla in maniera breve: mai donna fece più grande cazzata: questo fu l'inizio della fine;Brunilde iniziò a covare vendetta e sotto suggerimento di Hagen di Tronje ,cavaliere e servo della principessa ,con il benestare del suo sposo ordì un piano per uccidere Sigfrido. Il problema era che quest'ultimo era invincibile in quanto uccise il drago e si bagnò nel suo sangue divenendo invulnerabile. Con uno stratagemma Hagen si fece dire da Crimilde se aveva punti deboli e lei (che evidentemente mangiava pane e volpe d'importazione cinese senza etichettatura CEE ) gli confessò che una foglia era caduta sulla spalla mentre si bagnava nel sangue ,quello era il suo unico punto vulnerabile.
Disse a crimilde di mettere un segno in quel punto come protezione e lei ci fece cucire una piccola croce ,croce che la stessa lancia di Sigfrido trapassò, manovrata da Hagen ,mentre lui nel bosco era chinato a bere con l'infame che sfruttava il momento propizio uccidendo il povero cristo. La scena della morte a un che di evocativo ,vi consiglio di leggerla.
Al funerale Crimilde capisce e trova le prove di chi ha ucciso il suo sposo,lei diviene inconsolabile ,unica cosa che le allevia il dolore è fare beneficienza con l'immenso tesoro dei nibelunghi che le viene lasciato dal marito ma il perfido Hagen sempre con il benestare del fratello di lei decide di sottrarglielo e di seppellirlo in riva al Reno aspettando momenti propizi che non arriveranno mai...
Da questo momento Crimilde sempre più piangente viene corteggiata dal re Attila ,un sovrano lontano che diventato da poco vedovo decide di risposarsi con una donna degna di lui e chi se non la vedova di Sigfrido può esserlo?
Crimilde divenuta regina degli unni decide di attuare la sua vendetta ,non solo vuole uccidere Hagen ma tutti quelli che l'hanno spalleggiato ,ergo ucciderà tutta la parentela vicina e lontana.
Con l'inganno di un invito riconciliatore invita tutti i parenti ed Hagen alla sua corte ,lo stesso Attila non immagina cosa accadrà. Durante il viaggio Hagen riceve diversi segni di sventura e capisce che il viaggio sarà senza ritorno.
Arrivati dopo un lungo viaggio i rapporti si fanno subito tesi e la tragedia inizia quando Hagen (oramai dipinto come feroce guerriero) mozza la testa a Ortlieb il figlio di Crimilde e Attila dando luogo a un massacro senza fine.
Per farla breve ,tanto anche i combattimenti sono confusi e la cosa viene allungata molto visto che gli scontri sono diluiti e protratti nel tempo per circa due giorni muoiono migliaia di soldati,guerrieri e cavalieri coraggiosi. Rimarranno in vita in pochi ,anzi ,dei protagonisti principali solo Attila ,Crimilde,Hagen e Gunther.
Questi ultimi tre moriranno a iniziare dall'ultimo e la regina verrà uccisa per vendicare paradossalmente la sua vendetta su Hagen a cui lei stessa mozza la testa mentre chiedeva del tesoro dei Nibelunghi che non verrà più ritrovato.

2 commenti:

Giulio GMDB ha detto...

Bello! Mi è piaciuto un casino il tuo riassunto... Me lo segno nel caso mia figlia avesse da fare una ricerca sui Nibelunghi :-DD

Andrea ha detto...

ma lol! grazie! :D