martedì 16 ottobre 2007

lui,lei....gli altri

Antefatto:

una tipa ha cornificato il suo lui
i fatti:

la tipa è stata sgamata in maniera vergognosa mentre pomiciava a termini ed è stata vista da una collega di lavoro di lui.
La collega dopo una settimana di tentennamenti decide di dirlo a lui in quanto sa quanto si dannava per star vicino a lei ,venirle incontro ecc ecc ( vedi inzerbinarsi).

la storia procede con lui che la mette davanti all'evidenza dei fatti e lei che nega ma messa alle strette ogni volta cede su qualcosa ma sempre facendo la parte della vittima ( lui: ti hanno vista insieme ad un altro. lei: si ma non ci facevo nulla . lui: ma ti hanno visto baciarlo. lei: solo sulla guancia e così via...)

ora mi interessa sapere la vostra opinione su quanto è stato giusto rivelare questo segreto a lui.
tenete presente che la coppia stava assieme da circa 4 mesi,che lui aveva perso la testa e si faceva praticamente i film da qui ai prossimi cinquant'anni e che lei non sembrava innamoratissima: per capirci se una amica la chiamava all'ultimo momento "accannava" lui per l'amica.
Per quanto mi riguarda la collega ha fatto bene a dirglielo. Una storia si basa sulla fiducia reciproca e anche sull'appartenenza reciproca o se si preferisce monogamia (vabbè,per gli scambisti e jessica rizzo non vale ). Al di là delle ridicolagini che si possono dire su sentimenti eterni e altro c'è il fatto che la fiducia nel tuo partner crolla come un castello di carte e se non ti fidi di chi hai scelto di avere vicino di chi ti puoi fidare?

Un mia amica ,forse prendendola un po' troppo a cuore ha senza mezzi termini etichettato la collega come "stronza che si doveva fare i cazzi suoi perchè su certe cose non ci si impiccia,ha rovinato un rapporto ed è una ruffiana perchè era solo curiosa di sapere della reazione che provocava".
continuava dicendo che al massimo ma proprio al massimo doveva prendere la tizia da parte ,metterla davanti all'evidenza dei fatti e dirgli di prendere una decisione.
Anche perchè ,sempre secondo lei ,in un rapporto di lunga data può capitare un bacio ,una pomiciata con qualcun'altro oppure una scappatella.

per il mio personale metro di giudizio di anti tombeur de femme e privo di pratica e da non uomo di mondo,questa suoni come la scusa più cazzata da quando l'uomo ha inventato il cavallo (cit.).
La prima cosa che mi viene da pensare riflettendo su una cosa simile è che tutto questo "buonismo" più che per giustificare gli altri serve a poter giustificare se stessi.
Inoltre l'ignoranza (nel senso di ignorare) allora è la ricetta della felicità?
Non sono nato ieri ,so che ci può essere attrazione tra due persone a pelle ma partire già dal presupposto che può accadere significa che vuoi che accada non che è una cosa capitata tra capo e collo.
Inoltre è giusto dirlo al proprio compagno/a che è stato tradito? beh....questo non lo posso sapere.... o meglio ,a giudicare dai fatti di cronaca nera in certi casi è meglio addirittura non averci niente a che fare con certi mariti o mogli cornificati.
certo è che dipende dalle persone ,dipende da che tipi siamo ,dipende da come le viviamo le cose.
certo è che sentirselo dire è differente dal farselo riportare. l'optimum sarebbe che non accadesse ,giusto?

l'occasione fa l'uomo ladro,ok ma cosa si ruba nel momento in cui si tradisce? una scopata gratis o la fiducia del proprio partner?

voi come la pensate? se serve siate pure prolissi.
grazie

6 commenti:

PTT ha detto...

Come dici tu: dipende.
In questo caso ha fatto bene la collega a riferire quello che ha visto al povero cervo (tra l'altro il fatto che ci abbia pensato una settimana vuol dire che si è posta ampiamente il problema e non l'ha fatto solo per impicciarsi) anche perchè la storia fra i due era appena agli inizi (4 mesi sono 'quasi' niente). Anche se ora lui soffre, indubbiamente è stato meglio che questa cosa sia saltata fuori subito; i suoi sentimenti non erano ricambiati con altrettanza forza e quindi si merita una ragazza migliore.
Ma in via generale farei come suggerisce la tua amica: se i rapporti di amicizia lo consentono, ne parlerei prima col cornificatore per capire le sue intenzioni. Poi se ci tieni alla persona cornificata e ritieni che abbia il diritto di saperlo glielo riferisci (ma perderesti senz'altro l'amicizia del partner infedele), oppure se pensi che la storia possa proseguire lo stesso con buone chance lasci perdere e tieni d'occhio la situazione. Ma anche in questo caso ci sono cose a cui fare attenzione, ad esempio: colui che ha tradito sa che tu sai o potrebbe venire a saperlo? E chiaramente se poi le cose dovessero finire male non è il caso di andare a dire al portatore sfigato di corna che tu lo sapevi già, perchè ti incolperebbe di non essere stato un buon amico.

Insomma le variabili sono infinite e secondo me bisogna giudicare caso per caso. Non mi sento di schierarmi per il si o per il no in maniera intransigente. Di certo spero non mi capiti mai!! ;-D

acar ha detto...

Spiffererei solo se il/la cornificato (ata) è mio amico/a.
diversamente non mi impiccio.

blubbo ammazza che novella3000 che sei ;-)

Guinness ha detto...

L'occasione non fa l'uomo ladro. E' la giustificazione di uomini e donne senza attributi. Le scopate sono tutte uguali e una botta e via non può mai essere migliore rispetto ad una fatta con la tua partner fissa.
Diverso è il caso della singletudine in cui ogni lasciata è persa
PS: per me ha ragione la tua amica in cui diceva che quell'altra non si sarebbe dovuta impicciare

Giulio GMDB© ha detto...

Visto il caso (relazione ancora agli inizi e sbilanciata per quanto riguarda l'intensità dei sentimenti) direi che la collega ha fatto bene ad informare il cornificato... Per quanto riguarda i moralismi della tua amica, sarei sinceramente curioso di sapere come si sarebbe comportata a parti invertite cioè con lui che cornificava lei ;-)) Mi sa molto che in tal caso sarebbe scattata la "solidarietà femminile" :-PP

Anonimo ha detto...

Ha fatto bene la collega a spifferare tutto ..
queste cose non devono succedere.. e il povero cervo doveva saperlo.. meglio soffrire per poco tempo ceh per tutta la durata di una storia finta!!

Andrea ha detto...

@Acar: non non ti preoccupare ,sono molto meno suocera di quello che puoi pensare :P

conservo segreti inconfessabili :PPP

@Giulio: da certi discorsi che ha fatto da per scontato che certe cose nel tempo accadono. L'impressione è che a volte si è indulgenti con gli altri per essere indulgenti con se stessi.

Anonimo: il povero cervo è stato un po' cecato. vabbè ,gli varrà come esperienza.

tutti: intanto grazie ,fa piacere sentire campane differenti, condivido in parte o del tutto un po' le posizioni di tutti.
sarà che non sopporto le bugie ma come diceva Cocciante :"se stiamo insieme ci sarà un perchè..." ,se il perchè è il far fesso l'altro allora ...

poi certo ,come ho già detto e come avete detto voi si valuta situazione per situazione.