mercoledì 18 settembre 2013

I grandi perché durante la corsa

Come oramai sanno in parecchie/parecchi, sono anni che vado a correre e io ho visto cose che voi umani non immaginereste mai. No seriamente nulla di nuovo soto il sole, però non ti aspetteresti mai di vederle spesso in un parco pubblico.[...]

Pensavo proprio in questi giorni che sono oramai la bellezza di oltre 10 anni che ho iniziato a correre assiduamente e con continuità e se ripenso che nel 2003 (sì proprio quella estate di merda con temperature tropicali e black out controllati a macchia di leopardo) andavo a correre proprio alle 5 del pomeriggio con il sole a picco rendendo la maglia così zuppa di sudore da pesare sempre 1.0-1.1 kg in meno rispetto alla mattina mi vengono i brividi.
 
"...rabbrividiamo...." (magari. con quel caldo)

Ebbene in questi anni ho incrociato talmente tante persone da perderne il conto e in pieno stile kazzenger
"lo sapevo che sarebbe toccato a me. ho fatto bene a non andarmene lasciando il bigliettino alla vecchietta dietro di me"
ho deciso di raccontare le storie pseudo curiose che ho visto.

misteri della natura:

perché se un padrone lascia sciolto il cane sul sentiero dove corri e vedi il cane a 30 metri di distanza quello rimane immobile, arrivi a 15 metri e rimane immobile, a 10 immobile, 5 immobile, 50 cm immobile e poi mentre lo stai per passare decide con balzo felino di passarti davanti per spostarsi tagliandoti la strada?

litigiosità tecnologiche:

perché tanta gente viene a passeggiare al parco e nel mentre litiga al telefonino a voce alta?

misteri dello sport al femminile:

perchè il 60% delle ragazze quando va a fare una corsa al parco si acchitta con tutta roba sportiva firmata, si trucca e si improfuma e poi dopo pochi minuti di passo svelto spacciato per corsa blanda alla prima goccia di sudore si fermano?

misteri dello sport al femminile 2:

perché una ragazza con la 4a di seno si veste con gli ultimi capi di abbigliamento tecnologico e poi non spende una cippa per un reggiseno sportivo imbarazzandosi se tutti gli uomini fanno tanto di occhi ad ogni suo saltello?

misteri economici dello sport maschile:

perché il 90% degli uomini che fa sport si veste per la corsa con la linea economica sportiva di decathlon? siamo tutti così pezzenti?

dubbi antropologici:

cosa spinge i neofiti della corsa sotto i 20 anni ad andare a correre con 33 gradi con pantaloncini e il k-way chiuso fino al collo alle 6 del pomeriggio?

complottismi bio organici:

è vero che le merde dei cani sono radioattive ché i padroni non le raccolgono mai?

passioni esibizionistiche:

quale scompenso chimico costringe le coppiette adolescenti a pomiciare a 1 metro dal sentiero dove passa gente che passeggia, che corre, che porta a spasso il cane o i figli senza sfruttare i restanti 9 ettari di prato verde incontaminato (a parte le merde dei cani)?

misteri dei velocipedi:

perché tutti i ciclisti devono affrontare le curve cieche all'interno del parco a velocità di curvatura facendo pure la faccia scazzata se gli capiti davanti mentre quasi ti centrano?

domande poste agli appassionati verdurofili bio:

cosa dicono i clienti del loro verduraio di fiducia che viene a fare buste e buste di cicoria a gratis nel parco concimato a merde radioattive e pisciate di cane per poi rivenderle senza dire nulla sulla provenienza?

misteri dell'antropologia:

quale forza ancestrale che poi si perde in età adulta spinge gli adolescenti a fare un falò all'interno del parco con il legno preso dalle staccionate o dalle panchine?

misteri della musica e della tecnologia:

quale recondito desiderio si cela dietro l'enfatico gesto dei teenagers di sentire musica a palla con lo smartphone mentre si cammina a passo spedito nel parco?

misteri della fotografia:

che cazzo c'hanno da fotografare di tanto interessante in quel parco ché io in 10 anni che ci vado non ho mai trovato nulla di valido?

misteri della fotografia 2:

che cazzo ciari hanno  da fotografare di tanto interessante con la reflex se poi hanno il 18-55 di serie che è un mezzo bidone e poi si offendono pure se gli dici che le loro foto: "intanto è storta, poi non si capisce che volevi dire".

rivelazioni della mente delle persone anziane:

perché gli anziani stanno sempre a lamentarsi che nessuno rispetta più la legge, che le cose vanno a rotoli e che bisognerebbe bastonare chi si comporta male e poi sono i primi a buttar giù la rete dell'uliveto di fianco al convento per andare a far incetta di funghi di dubbia provenienza in autunno?

enigmi della natura umana:

perché i gay mi fanno la lingua mentre corro?

paradosso della salute:

perchè tanta gente va al parco per prendere una boccata d'aria fumando una sigaretta?

paradossi della retorica:

perché un padrone di un cane dice ad un altro padrone di un altro cane "...no guardi è buonissimo, non si preoccupi!" proprio un momento prima che il suo cane salti alla gola dell'altro?

passioni per la frutta selvatica:

cosa spinge la gente a fare incetta di more e lamponi nei cespugli lungo il greto del fosso di san basilio che straripa in media una volta l'anno spinto dall'aniene che risale da valle quando è in piena portando con se tutta la zozzeria che poi ristagna nella terra e viene assorbita dalle piante e dai suoi frutti?

passioni per la frutta selvatica 2: 

e in più, cosa spinge la gente a mangiare i suddetti frutti sapendo che proprio l'anno prima hanno bonificato una discarica a 100 metri in linea d'aria che tra copertoni e altra immondizia c'era pure dell'amianto?

teoria delle sfighe cosmiche:

perchè ogni volta che dico: " ancora pochi allenamenti e levo la panzetta" mi devo far male e finisce che non faccio sport per qualche mese e la panzetta ritorna tutta?


Ce ne sarebbero altre e altre ancora ma adesso proprio non mi vengono in mente. Dall'idiota che passava, e continua a passare, nel parco con il motorino (ed era una goduria quando pioveva parecchio vedere che si impantanava nell'acquitrino) a robe assurde che ora neanche ricordo, magari scriverò un aggiornamento più in là.
Per chi come me vive molto quel parco, queste cose faranno sorridere perché oramai suonano abbastanza normali anche se alla fin fine a certe cose non ci si abitua mai.


3 commenti:

Lorenzo ha detto...

1. il cane pensa "oh mio dio o mio dio quel pazzo mi viene addosso ma con tutto questo spazio proprio di qui deve passare".

2. perché è il posto con meno gente attorno che ha trovato.

3. perché vogliono essere ammirate.

4. idem.

5. si.

6. si ritengono immortali.

7. no. La mia teoria generale è che chi tiene un cane in casa non ha tutte le rotelle a posto.

8. esibizionismo?

9. potrebbero comprare un cane.

10. fino ad ora ho visto solo i Cinesi raccogliere la cicoria negli spartitraffico.

11. sono i figli dei ciclisti e dei proprietari di cane.

12. domanda basata su assunto errato, in realtà la stragrandissima maggioranza di chi percorre il parco sotto i 50 anni lo fa con gli auricolari piantati negli auricoli e molti con lo smartcoso attaccato al braccio. La ragione è che se non ce li hai sei out.

13. di solito al parco fai "macrofotografia", cioè la formica, il fiore, le gocce sulla foglia. Oppure sei un guardone.

14. si ecco, bullati che te non usi l'obbiettivo di serie per fotografare le coppiette.

15. sono anziani italiani.

16. smetti di fargli la lingua quando li incontri.

17. la gente fuma ovunque.

18. vedi #7.

19. non ne sono consapevoli.

20. l'amianto è tossico solo se respirato, quindi te che vai a correre li da 10 anni hai i polmoni a prova di fuoco.

21. se tu non avessi la panzetta non avresti bisogno di correre, correre è la ragione per cui ti infortuni e mantieni la panzetta, tutto torna.

Andrea Blubbo ha detto...

per il 4: non lo ammetteranno mai. o meglio se non gli interessi diranno che sei sessista, porco e le discrimini. se gli interessi no.

per il 10: sono anni che vedo una signora di una certa età a cui ora si è aggiunto anche il figlio. e sono sicuramente commercianti.

per il 13: mai visti a fare macro. al massimo paesaggi.

per il 14: c'ho una pentax, de che me dovrei bullare?

per il 16: ma poi si offendono

per il 20: quello sì ma tutto il resto che sta nel terreno no.

per il 21: insomma dici che è il mio desiderio ancestrale di tenermela?

Lorenzo ha detto...

E vale la pena di discutere sulla irrazionalità delle donne?

Il punto 10 e 13 probabilmente sono usanze locali, qui la cicoria non è d'uso comune e si vede che alla gente piace di più la goccia sulla foglia che il paesaggio. Anche perché a meno di mezz'ora ci sono bel altri paesaggi.

L'amianto (asbesto) nel terreno è sostanzialmente inerte, cioè chimicamente inattivo. La tossicità è solo meccanica e dipende da questo meccanismo:
"Le fibre di asbesto penetrano attraverso le vie respiratorie, in base alla loro lunghezza (fino a 50 μm) e al loro diametro: le fibre con diametro inferiore a 0,5 μm possono raggiungere gli alveoli polmonari. Le fibre depositate causano attivazione del sistema immunitario locale e provocano una reazione infiammatoria da corpo estraneo. I macrofagi fagocitano le fibre e stimolano i fibroblasti a produrre tessuto connettivo: conseguenza di ciò è lo sviluppo di una fibrosi interstiziale. Le fibre raggiungono inoltre la pleura, esercitando anche in questa sede la loro azione fibrogena e cancerogena."
(Wikipedia).

Paradossalmente, proprio il fatto che sia chimicamente inerte lo rende pericoloso.

Non è un desiderio, è un limite fisico, nel senso che al momento esiste un equilibrio tra la tua capacità di correre e la facilità di formare la panzetta. Io per dimagrire ho dovuto praticamente eliminare delle intere classi di alimenti, ho provato a correre ma se vado sopra un certo limite mi viene la tendinite.