martedì 2 dicembre 2008

pillole sparse di un esame da fare

Come qualcuno sa e altri purtroppo leggono continuamente su twitter dove spammo e penso mi porterà ad avere il poco encomiabile primato di primo utente plonkato da un social "quellocheè",sto preparando sistemi elettrici per la mobilità o come si chiama per me ,essendo io del vecchio ordinamento, sistemi elettrici per i trasporti.
Ebbene sappiate che:
-i treni a vapore esistono ancora e anzi... raggiungono i 210 km/h di velocità massima (e c'avevo er freno a mano tirato)
-quei cazzo di francesi con il loro tgv fanno rosicare parecchio però il sistema italiano è migliore: infatti agli albori sulla parigi lione quando passava un treno ad alta velocità si oscuravano le tv di chi stava vicino alla ferrovia (pijatevela andercucco galletti)
-la ansaldo aveva vinto la gara di fornitura per i treni della metro A di roma che oramai sono una realtà ed erano tutti very happy perché l'ansaldo è italiana ma durante i test i treni si sono incastrati in curva perché non avevano tenuto conto della curvatura delle rotaie e allora il comune glieli ha rispediti al mittente e la gara l'ha vinta una alleanza franco spagnola (paella al camambeur?)
-se la francia fa cioccolato e l'italia merda ,si predilige quest'ultima perché è nostrana ,perché nel 2000 mentre a noi ci rompono ancora le palle con il razzismo,con la visione comunitaria e che dobbiamo tenerci tutti per mano ,nella tecnica esiste ancora un protezionismo folle e a meno che non si è costretti e con le spalle al muro si preferisce sempre ciò che l'industria nostrana produce (autarchia industriale?)
-sulla metro A di roma siamo morti di caldo per decenni perché il treno come usa corrente per muoversi ,può frenare producendola ,ma invece di rimandarla in linea la consumava tramite delle resistenze zavorra. Avete presente le stufe elettriche? Gli ultimi treni (i franco-spagnli nominati) hanno il recupero dell'energia.(grigliate romane di romano)
-le linee elettriche delle ferrovie vengono usate anche da terna per trasportare la propria energia elettrica (usi pulciari)
-gli etr 500 arrivano ad un assorbimento di potenza di 12 MW e ogni motore pesa 2 tonnellate (peso massimo?)
-i filobus che tanto ecologici li spacciano non lo sono manco per il cazzo: la maggiorparte hanno un motore interno endotermico perché le batterie sono troppo ingombranti per i tratti da servire senza linea di contatto elettrica).(buCie ecologiste)
-i treni diesel hanno il motore a gasolio accoppiato ad un generatore elettrico (conversione energia meccanica-elettrica) che fornisce energia a dei motori elettrici (conversione elettrica -meccanica): tutto sto casino perché con la moderna tecnologia i motori elettrici (asincroni trifase) hanno una regolazione della velocità di molto migliore.(quanto è complicata la semplicità)
-in frenatura di emergenza l'etr 500 ci mette dai 3 ai 5 km per frenare (le famo controllà 'ste pasticche?)
-l'italia ha i treni "polifase" che vanno sia a 3 KV in corrente continua che a 25KV (2x25KV) in corrente alternata ,perché in città per legge non si possono usare alte tensioni elettriche ( ultima tecnologia)
-un professore universitario americano si inventò il locomotore ad energia nucleare(prototipo) : era lungo 50 metri (superate le 88 mph viaggiava nel tempo)

questa e altre mirabolanti chicche prossimamente

5 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

Perché non ti sbrighi a laurearti, così gli fai le pulci da Ing. e non da Blogger, a 'sti stronzi??
Ma davvero fanno?

Giulio GMDB© ha detto...

Qualcosa la sapevo già altre no... Comunque mi piacciono queste curiosità: fanno tanto "settimana enigmistica" ;-)

ptt ha detto...

Ti rispondo come la pubblicità di quella catena di negozi di elettronica in cui i clienti rimangono perplessi dalle caratteristiche tecniche dei prodotti: "Ma che lingua parli?!?" Hehehe... :-)

Anonimo ha detto...

sui filobus hai detto una mezza cazzata :-)
il filobus nasce solo elettrico, senza motore endotermico...
a roma abbiamo un terzo tipo perchè c'è un veto della soprintendenza (o come cacchio si scrive) alla posa di bifilare intorno alla stazione termini. per cui nei tratti senza linea, azionano le batterie, che a quanto leggo non vanno granchè bene...

se invece vogliamo parlare del fatto che l'energia x filobus e tram è prodotta inquinando (carbone, rigassificatori, nucleare a breve) allora è un altro paio di maniche.

consiglio sempre il sito dell'ottimo formigari per eventuali approfondimenti:
http://digilander.libero.it/micbas832/tramroma/index.htm

@c@r

Andrea ha detto...

Acar: non ho detto nessuna cazzata ,come hai giustamente detto te si sono accorti che solo a batteria non va'. in verità non si sono accorti di nulla lo sapevano e lo sanno . hai presente i piccoli bus da 11 posti in piedi? che poi 11 vorrei sapere dove li metti? hai presente che sono a batteria? lo sai quanto sono durate le batterie? 8 mesi ,e sai perché? perché non avevano messo un cazzo di indicatore di carica e ogni sera al deposito le rimettevano a ricaricare rovinandole irreparabilmente e non sono mica 4 duracell stilo.....

bastian : ci sto lavorando :)

giulio: e ne ho tante altre! ;)

ptt: guarda ,spesso neanche io capisco certe cose di questo esame! :P