martedì 16 settembre 2008

L'ultimo de che?

Non tutti sanno che sto sbattendo la capoccia contro un esame che pochi conoscono o peggio quasi impossibile da spiegare.
L'esame è fondamenti di automatica ;dietro questo nome così esotico si cela quello che gli studenti della mia generazione chiamavano "esame del cazzo".
Cosa tratta? Beh ,come dicevo poc'anzi è un po' difficile da spiegare : è un pezzo di "teoria dei segnali" ovvero una materia ben più grande che si fa approfonditamente in altri rami di ingegneria ben più elettronici del mio (io sono elettrico),ma per rimanere in quello che mi interessa sappiate che la materia si occupa del cosiddetto controllo dei sistemi ,per fare un esempio mettiamo che ho un serbatoio con da una parte l'acqua che entra e dall'altra l'acqua che esce e devo fare in modo che i livelli rimangano entro certi valori. Le scelte sono due: o metto un omino che sta attento che tutto sia apposto oppure mi invento un controllo automatico che in maniera automatizzata mi controlli di continuo tutti i parametri e intervenga in caso di necessità. Detto così si può pensare che il mio pane quotidiano siano relè , servomeccanismi e tutto quello che mc gyver negli anni '80 vi ha fatto vedere ,nella realtà è tutta teoria con dietro analisi matematica ,algebra lineare,diagrammi di bode ,nyquist e altra roba; tra criteri ,regole e teoremi tutti correlati ,legati e dipendenti tra loro della serie ti distrai per una riga e ricominci da capo.In particolare mi occupo della sintesi : dato il problema devo inventare il sistema che me lo risolve.

Chiarito (?) questo e memore della esperienza di elettronica che mi ha portato via un anno pieno di vita oltre che di università ( e lo sta facendo anche con altri miei compagni anzi peggio,pare che il professore si sia instronzito ) ho deciso di dedicarmi anche ad altro alle prime avvisaglie di difficoltà .Ed ecco che mentre preparavo questo esame ne ho fatti altri due.

Controllando sul sito del proff ho visto che le date della prossima sessione d'esame sarà a gennaio e siccome non ho nessuna voglia di rimanere a studiare 'sta materiaccia sono andato a farmi un giro dai proff delle materie che mi mancano che mi hanno dato diverse speranze: chi mi ha detto che posso seguire i corsi del nuovo ordinamento perché invariati rispetto al vecchio (saranno contenti i nuovi che fanno i miei programmi di corso in metà ore) e chi invece mi ha detto che "l'esame lo può fare quando vuole ,basta che mi avverte un po' prima e ci mettiamo d'accordo" ,sto passando un periodo di serenità anche se le materie da fare tutto sono fuorché uno scherzo.

Nel mentre dei miei giri nei meandri del dipartimento di elettrica facendo lo slalom in mezzo alla marea di mocciosi che sembrano ben più piccoli dei vent'enni che dovrebbero essere trovo sempre più facce conosciute ,anche di ragazze che pensavo si fossero laureate da una eternità ( quelle che ai primi esami quando io già zoppicavo loro andavano avanti a forza di 28 e 30)
.
Ebbene tra le tante ,una ragazza che 6-7 anni fa la ricordavo pure molto carina (il vostro prode blubbo provò pure ad attaccare bottone ma senza esito) e che adesso invece pare sfatta:l'età passa per tutti ,tranne che per me che rimango l'eterno 42 enne stile Dorian Gray.
Da qui il mio disappunto nel vedere un dipartimento a due facce: quello del nuovo ordinamento in cui ci si laurea a breve senza sapere che è un fattoriale (l'ho sentito io) e chi invece continua a girovagare tra i professori nel limbo contando sempre gli esami che mancano come gli scalini che devi fare per arrivare a casa quando ti scappa di brutto.

4 commenti:

spino ha detto...

morale della favola...quando ti sposi?...ops, laurei? :D

Andrea ha detto...

l'ultimo proclama roboante mi vedeva laureato a 27 anni ,da allora mi sono zittito

spino ha detto...

beh, tu di 50, che se fai prima puoi sempre vantarti! :D

Neo Ingegnere ha detto...

Ma dai... fondamenti di automatica è stato uno dei miei esami preferiti! Trovato proprio divertente...
se poi hai già dato equazioni differenziali ordinarie è una mezza passeggiata!